‘O Juorno ‘e San Michele

Autore: Elvio Porta

Adattamento: Mimmo Vernditti

Regia: Mimmo Venditti

Luci: Lello Salsano - Bruno Rispoli

Sartoria: Anna Maria Venditti Rispoli

Musiche: Canzoni: Angelo Manna - Arrangiamenti ed esecuzione: Umberto Apicella

Personaggi e Interpreti:
Don Vincenzo, sindaco: Matteo Lambiase
Don Pietro, notabile: Luigi Trezza
Don Paolo, notabile: Michele Coppola
Sgueglia, massaro: Enrico Vallone
Federico, candelaio: Pasquale Focà
Emiddio, castagnaro: Luigi Pietropaolo
Donna Carmela, franfelliccara: Carmela Lodato
Nicola, popolano: Nicola Salsano
Raffaele, popolano: Raffaele Santoro
Don Luigi: Prete: Mimmo Venditti
Maria Avigliano: Elisabetta Coppola
Carmine Avigliano: Antonello Carotenuto
Salvatore Avigliano: Giuseppe Catone
Capitano Enea Sivieri: Enrico Passaro
Galimberti, sergente: Sergio Pietropaolo
Lucia, popolana: Rosa Salsano
Basile, popolano: Giovanni Adinolfi
Antonia, popolana: Maria Paola Tocci
Nunziata:, popolana di Pontelandolfo: Fortuna Ruggiero

Data debutto: 9 ottobre 1981

Numero Repliche: 13

Teatro debutto: Discoteca Nostradamus

La commedia:
La vicenda raccontata da Elvio Porta si rifa ad un fatto realmente accaduto il 29 ottobre 1949 a Melissa : i contadini di Melissa, centro agricolo nei pressi di Crotone. I contadini, al grido di: "La terra a chi la lavora!", occupano le terre incolte del fondo Bragalà di proprietà del Barone Berlngieri". Lo Stato interviene per riportare l'ordine e la legalità. Sul campo restano tre corpi inanimati: Francesco Nigro, Giovanni Zito, braccianti, e una donna, Angelina Mauro.
L'autore ambienta la commedia in un paesino immaginario di Terra di Lavoro, nei pressi di Casalduni e Pontelandolfo dove l' 11 agosto 1861 si scatenò la repressione del generale Ferdinando Pinelli, autodefinitosi "l'inesorabile".
Anche " 'O juorno 'e San Michele" si chiuderà con tre vittime ed il sogno infranto dei contadini che avevano creduto alle promesse di Garibaldi: la terra a chi la suda! Era l'alba dell'Unità d'Italia. Il Parlamento aveva approvato la vendita dei beni demaniali, con il voto determinante dei liberali, e le terre dell'ex regno borbonico finirono nelle mani di chi poteva acquistarle. Tra questi neo-proprietari terrieri molti furono i "galantuomini" liberali ... e la rabbia dei contadini ebbe motivo di esplodere.

Considerazioni:
Il 1979 si era chiuso con un lavoro che non ci aveva dato molta soddisfazione, ma stranamente tanti giovani si avvicinavano al gruppo. Decidemmo allora di affidarci alla riproposta di vecchi lavori per dedicarci allo studio ed alla messa in scena di un testo molto impegnativo, vuoi per la tematica, che per l'esistenza di diverse canzoni da eseguire dal vivo.
La commedia di Elvio Porta, con le canzoni di Angelo Manna, era stata scoperta da Alfonso De Stefano, che me l'aveva proposta qualche anno prima, ma non avevo ritenuto il gruppo pronto per un lavoro così impegnativo.
Nel 1980, prima di abbandonare definitivamente il Piccolo Teatro al Borgo Scacciaventi - dopo il sisma del 23 novembre, che non aveva causato danni alla struttura, ma avrebbe inevitabilmente evidenziato la mancanza di agibilità - intensificammo lo studio e le prove del testo.
Per le canzoni chiesi l'aiuto del maestro ed amico Umberto Apicella, che, oltre a curare gli arrangiamenti, ci ospitò nel suo locale, il Nostradamus, per continuare le prove.
Nella primavera del 1981 eravamo pronti, ma ... ci mancava il "Teatro". Umberto Apicella si dichiarò disponibile ad ospitarci nella sua discoteca, ma non aveva sedie sufficienti. Occorreva comprarne almeno un centinaio ... decidemmo di farlo pensando che, in fondo, ci sarebbero comunque servite per un locale nostro, sogno che comunque continuavamo ad inseguire.

Tutti gli interpreti:
Giovanni Adinolfi - Antonello Carotenuto - Giuseppe Catone - Elisabetta Coppola - Michele Coppola - Pasquale Focà - Matteo Lambiase - Carmela Lodato - Enrico Passaro - Luigi Pietropaolo - Sergio Pietropaolo - Fortuna Ruggiero - Nicola Salsano - Rosa Salsano - Raffaele Santoro - Maria Paola Tocci - Luigi Trezza - Enrico Vallone - Mimmo Venditti

Città e teatri:
Cava de' Tirreni: Discoteca Nostradamus - Club Universitario Cavese - Teatro Alferiano Badia - Tennis Club - Sea Garden Hotel Maiorino.
Paestum: Teatro all'aperto
Pesaro: Teatro Rossin - Festival
Nocera Inferiore: Teatro Tenda

Albo Oro:
17 / 18 luglio 1982 - Inaugurazione Teatro Alferiano - Badia di Cava de' Tirreni
28 settembre 1982 - Pesaro - Teatro Rossini Festival Nazionale
26 maggio 1983 - Nocera Inferiore: Inaugurazione Teatro Tenda